Via Adriatica angolo Via Ferrando - 73100 - Lecce (LE)

Mustazzoli: una prelibatezza salentina

Potremmo definire democratica la tradizione culinaria della nostra cara Italia. Ogni regione, infatti, presenta una varietà di piatti tipici che richiama – nei tratti generali o in una parte del nome – una ricetta proposta in maniera diversa in un’altra zona del nostro Paese.

Nonostante si sia soliti rivendicare la paternità di un dato prodotto culinario, è anche vero che nella maggior parte dei casi le tradizioni si sviluppano in autonomia, e rendono piacevole la scoperta di ricette sconosciute e interessanti in grado di conquistare anche i palati più esigenti.

I mostaccioli hanno subito una forma di diffusione trasversale nelle regioni del sud, e sono diventati i protagonisti di cerimonie, momenti di convivialità e feste di paese. Nella tradizione culinaria salentina, ad esempio, “li mustazzoli” sono biscotti tipici la cui diffusione si deve alla presenza sul territorio dell’influenza araba.

Piccoli, gustosi e ormai un pilastro della pasticceria del Salento, questi prodotti si caratterizzano per la presenza d’ingredienti poveri, genuini e facili da reperire.

Mustazzoli salentini: i biscotti fra tradizione, innovazione, bontà e genuinità

La versione salentina dei mustazzoli crea sempre molta confusione quando paragonata a quella partenopea o calabrese, infatti, nella ricetta salentina vengono utilizzati ingredienti particolari che ne modificano la connotazione gustativa finale e viene anche preparata in occasioni differenti.

Sebbene in Campania o in Calabria sono tipiche delle festività natalizie, in Salento possono essere gustati in ogni periodo dell’anno e – di conseguenza – sono un must-to-try per i turisti che visitano la nostra terra. Particolarmente indicati per una prima colazione unica e indimenticabile, nonché da mangiare a fine pasto assieme a un buon bicchiere di vino, i biscotti in questione sono il mix perfetto fra cura e ricerca degli ingredienti, amore per le tradizioni e passione culinaria.

I mustazzoli sono il cuore di una specialità locale, fiore all’occhiello delle fiere e delle feste di paese in cui si ha modo di creare uno spirito di vicinanza e convivialità con la propria gente. La tradizione consente di acquistare i dolcetti tipici direttamente presso le pasticcerie del posto, che spesso partecipano con bancarelle ricche di prodotti del territorio da assaggiare in compagnia.

Artigianato, musica, balli e canti sono lo sfondo perfetto per cercare di comprendere la fama di un prodotto della tradizione che – dall’Ottocento fino a oggi – ha valorizzato i momenti aggregativi di milioni di persone. Il Salento, infatti, è una terra in continua crescita in grado di trovare il connubio perfetto fra passato e presente, fra innovazione e tentativo di proteggere i propri capisaldi culinari.

I biscotti in questione rappresentano in pieno lo spirito attento ai gusti di una volta, senza essere costretti a rinunciare alla passione della sperimentazione in cucina, la vera protagonista della crescita gustativa dei nostri piatti.

Cosa sono i mustazzoli? La ricetta per preparare la versione salentina dei famosi biscotti

I biscotti al cacao ricchi di spezie e mandorle sono ricoperti da una glassa detta naspro, la cui preparazione è semplice ma abbastanza lunga.

Procedimento

Dopo aver impastato la farina con zucchero, cacao, uova e olio si aggiunge il lievito per dolci e si lascia riposare gli ingredienti dopo averli amalgamati a dovere. A questo punto si uniscono le mandorle tritate – elemento che richiama da vicino la tradizione araba – e si aromatizza con la cannella, con i chiodi di garofano e con la buccia di limone grattugiata. Qui risiede a ben vedere il vero segreto della bontà sempreverde dei mustazzoli; un mix ben equilibrato fra sapori provenienti da diverse culture, miscelati in maniera intelligente e attenta ai gusti di tutti i palati.

La tradizione prevede, inoltre, l’utilizzo di vino o rum per ammorbidire il composto che verrà poi modellato e appiattito in piccole quantità. Il tempo di cottura deve essere lento e a temperatura moderata, in modo tale da garantire un sapore perfettamente bilanciato. Post cottura non resta che completare con la glassa al cioccolato preparata in precedenza.

Prenota ora!