Via Adriatica angolo Via Ferrando - 73100 - Lecce (LE)

Il Pasticciotto Leccese: la ricetta originale

Il Pasticciotto Leccese è una delle pietre miliari dell’arte dolciaria salentina: si tratta di un pasticcino realizzato con frolla e farcito con crema pasticcera, ricotta, crema al cioccolato e via discorrendo.

Il Pasticciotto Leccese: la storia

Il Pasticciotto Leccese venne creato in una pasticceria di Galatina nel 1745, la Pasticceria Ascalone per la precisione, e in occasione della festa di San Paolo, Santo Patrono della località, quando si stava pensando al dolce che si sarebbe potuto realizzare.

Purtroppo Nicola, il pasticcere, aveva a disposizione solo della crema pasticcera e dei ritagli di pasta frolla avanzata da altre preparazioni. Da questi ingredienti gli venne l’idea di foderare con quest’ultima uno stampo ovale e di utilizzare la crema pasticcera come farcitura, a sua volta ricoperta da un altro strato di frolla.

Una volta pronto lo chiamò il Pasticciotto di Ascalone, ma a seguito dell’enorme successo riscosso tra i pellegrini, venne rinominato Pasticciotto Leccese.

Sebbene questa leccornia venga prodotta da numerose pasticcerie, si dice che quello della bottega Ascalone abbia un sapore speciale.

Alcune curiosità sul Pasticciotto Leccese

Il Pasticciotto Leccese è un dolce ricco di aneddoti e curiosità, per esempio si ritiene che derivi dal bocconotto abruzzese o dal pasticciotto napoletano, in quanto è decisamente somigliante a questi ultimi.

Inoltre, numerosi voci sostengono che Papa Wojtyla è stato un grande amante di questa specialità, tanto da farsela recapitare in Vaticano.

Il Pasticciotto Leccese: la ricetta originale

Qui sotto viene illustrata la ricetta originale del Pasticciotto Leccese;

Ingredienti per la frolla:

  • 125 grammi di zucchero
  • 250 grammi di farina 00
  • 1 uovo
  • mezzo cucchiaino di ammoniaca per dolci
  • 125 grammi strutto
  • la scorza grattugiata di un’arancia e di un limone

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 160 grammi di zucchero
  • 3 tuorli d’uovo
  • 90 grammi di farina 00
  • mezzo litro di latte

Procedimento:

  1. Iniziare a preparare la pastafrolla unendo farina, zucchero, uova e strutto (si può anche usare il mixer).
  2. Quando l’impasto risulta granuloso, unire le uova, le scorze degli agrumi e l’ammoniaca.
  3. Lavorare giusto il tempo di amalgamare gli ingredienti, formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola trasparente e far riposare in frigo per almeno due ore, meglio se tutta la notte.
  4. Nota bene: non sostituire lo strutto con il burro per non compromettere la buona riuscita di questa frolla.
  5. Adesso è il momento di preparare la crema pasticcera: lavorare i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e di color giallo paglierino.
  6. Unire delicatamente la farina e il latte caldo (si raccomanda di aggiungerlo gradatamente e a filo).
  7. Versare il tutto in una pentola e far cuocere a fuoco lento, sempre mescolando, fino ad ottenere una crema liscia e consistente. Versarla in una ciotola, farla raffreddare completamente a temperatura ambiente e metterla in frigo per qualche ora.
  8. Foderare degli stampini in alluminio ovali con la frolla stesa a mano con uno spessore di mezzo centimetro circa. Riempire gli stampini con abbondante crema pasticcera e ricoprire con uno strato di frolla più sottile del fondo.
  9. Sigillare i pasticciotti con le mani e cuocere in forno preriscaldato a 200° per 15-20 minuti.
  10. I dolci saranno pronti quando avranno diventeranno dorati.

Pasticciotto Leccese: le varianti

Il Pasticciotto Leccese è disponibile in diverse varianti: può essere infatti farcito con marmellate, crema al cioccolato, ricotta, crema pasticcera e amarene sciroppate.

Sprigiona il massimo del suo gusto se consumato caldo, poiché il ripieno e la frolla hanno la possibilità di amalgamarsi al meglio. Generalmente viene mangiato a colazione, ma è perfetto per addolcire qualunque momento della giornata.

Prenota ora!