Via Adriatica angolo Via Ferrando - 73100 - Lecce (LE)

Da Lecce a Porto Cesareo: ecco cosa vedere

“Basta seguire la strada e prima o poi si fa il giro del mondo. Non può finire in nessun altro posto, no?”

Viaggiare on the road ha un fascino unico e inimitabile, così come ci ricorda Jack Kerouac; e viaggiare in lungo e in largo per esplorare il proprio Paese, con i suoi scorci unici e suggestivi e le emozioni improvvise e travolgenti, non può che essere un ottimo modo per trascorrere le proprie vacanze estive.

L’esperienza del viaggio è prima di tutto un taglio netto con le abitudini e la routine quotidiana: noi abbiamo deciso di proporre in questo articolo un itinerario unico, in grado di regalare un mix perfetto fra spiagge da sogno e tutto il calore dell’accoglienza del sud.

Abbiamo scelto il meridione; una terra bruciata dal caldo sole italiano, in grado di offrire una varietà paesaggistica per tutti i gusti. La campagna scivola dolcemente lungo il litorale chiassoso e accogliente, i borghi s’inerpicano sull’entroterra collinare e nascondono ristoranti tipici e piccole guest house in cui sentirsi a casa.

La nostra avventura parte da Lecce e continua fino a Porto Cesareo, in un continuo alternarsi di coste e panorami.

La prima tappa: Lecce e la costa

Lecce è una città luminosa e ricca di tradizioni storico-culturali. Il punto di forza della nostra prima tappa risiede nell’alternarsi di scorsi unici e suggestivi, sapientemente mescolati a stili architettonici che richiamano gli antichi fasti cittadini.

Le vie del centro sono un groviglio di strade che conducono al cuore pulsante della bella città: il Duomo di Lecce è un punto di partenza imprescindibile per entrare a fondo nel mood di questo viaggio; meravigliarsi di fronte alle pareti lisce e lucenti, illuminate alla sera dalle sfumature giallognole dei lampioni, è la prima esperienza autentica del nostro itinerario.

Il nostro consiglio è di toccare i principali punti storici della città, tra cui l’immancabile anfiteatro romano e la Chiesa di Santa Croce.

È ora di ripartire in direzione della spiaggia. La meta? Torre dell’Orso o Torre Specchia Ruggeri, meno inflazionata e più vicina a Lecce. Qui il mare e le falesie sono strepitosi, e consentono un contatto con la natura spontaneo: abbandonatevi senza remore al rumore del mare e al vento che solleva le onde.

Otranto: il Castello Aragonese e il litorale

Torniamo in viaggio verso bella Otranto, un must-to-see che non può mancare nella tabella di marcia. La città sembra brillare di luce propria durante il periodo estivo, quando viene presa d’assalto da un turismo di massa in virtù delle sue meravigliose tradizioni e della sua movida dal sapore internazionale.

Noi consigliamo caldamente una visita al Castello Aragonese: rappresenta il centro del microcosmo cittadino che si dirama successivamente in una fitta ragnatela di vicoli e stradine secondarie.

Ad Otranto tutte le strade portano al porto: è impossibile non imbattersi nel litorale, la cui vista richiama alla memoria la tradizione mercantile della città.

Le ultime tappe: Santa Maria di Leuca e Porto Cesareo

Santa Maria di Leuca apre una finestra unica sulla natura, l’arte e la religione; il panorama viene delineato a partire dalla scalinata che conduce dal porto al Santuario intitolato alla Madonna, meta di pellegrinaggi durante tutto il corso dell’anno.

Le spiagge della costa nei dintorni sono racchiuse fra dolci dune di sabbia; le mete preferite sono Torre San Giovanni e Torre Mozza.

È tempo di risalire verso la costa ionica; una destinazione interessante è Gallipoli. Perla salentina e punto di riferimento per i giovani di tutta Italia, è a pochi chilometri da Santa Maria di Leuca; ma non lasciatevi ingannare, in quanto il mood festaiolo che domina Gallipoli è ben diverso da qualsiasi altra città incontrata finora.

Siamo giunti alla fine del nostro breve itinerario alla scoperta delle coste meridionali del nostro Paese: Porto Cesareo con il suo litorale fra i più apprezzati del Salento. Il nostro consiglio è di visitare anche gli isolotti che fronteggiano la cittadina, come la nota “Isola dei conigli“: un’ultima immersione nello spirito più autentico di un’avventura on the road che vi lascerà ammaliati dall’inizio alla fine.

Tags :
Prenota ora!